La sicurezza, un bene comune

LA SICUREZZA, UN BENE COMUNE

LE IDEE

Il benessere individuale e collettivo dipende anche dal senso di tranquillità e sicurezza che ciascuno di noi percepisce nel luogo in cui vive. Indipendentemente dalla sua incidenza reale, la paura della criminalità influenza negativamente le nostra vita quotidiana. Crediamo che sviluppare il senso di appartenenza alla comunità serva indirettamente e preventivamente a contrastare l’insorgere della criminalità e a favorire il rispetto della legalità. La sicurezza, così come la salute e l’istruzione, è un bene comune del quale i cittadini possono e devono prendersi cura, ferme restando le competenze esclusive dello Stato in materia di ordine pubblico e sicurezza e nel pieno rispetto del principio di sussidiarietà sancito dalla nostra Costituzione.

I FATTI

Come su tutto il territorio nazionale, anche a Fiesole gli abitanti subiscono da anni principalmente effrazioni, furti in appartamento e atti di vandalismo. Si richiedono a più voci interventi incisivi da parte delle Forze dell’Ordine, che non riescono a far fronte alle richieste di soccorso a causa dei tagli imposti da parte di tutti i Governi che a livello nazionale si sono succeduti nel corso degli ultimi anni.

In materia di sicurezza abbiamo portato avanti politiche ampie che hanno coinvolto più Amministrazioni. In questo senso sono stati firmati atti importanti fra cui:

  • un protocollo tra Prefettura e Sindaci del territorio fiorentino, per regolare e organizzare il “controllo di vicinato”: l’obiettivo è quello di innalzare gli standard di sicurezza della comunità in ambito urbano;
  • un Regolamento di Polizia Urbana e norme per la convivenza civile, condiviso da 21 Amministrazioni comunali della Città Metropolitana di Firenze.

LE PROPOSTE

 Continueremo a farci portavoce nei vari tavoli istituzionali, chiedendo un maggiore controllo su tutto il nostro territorio anche con la sottoscrizione di un Patto per la sicurezza con la Prefettura, come previsto dal Decreto Legge 14/2017.

Contemporaneamente favoriremo tutte le forme di partecipazione dei cittadini in tema di sicurezza urbana, di presidio del territorio e di educazione alla legalità, anche facendo ricorso ai Patti di Cittadinanza Attiva, nell’ambito del Regolamento Comunale vigente.

A Fiesole si è già costituito, nella zona del Girone, un gruppo di cittadini organizzati in associazione per il controllo di vicinato. L’Amministrazione sosterrà questa iniziativa e lavorerà per creare situazioni analoghe in altre parti del nostro territorio. Siamo convinti che la creazione di reti virtuose tra cittadini porti vantaggi alla crescita e alla sicurezza di tutta la comunità.

In tema di sicurezza stradale abbiamo stipulato un accordo a costo zero con il Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale dell’Università degli studi di Firenze per una ricerca finalizzata al miglioramento della sicurezza della circolazione stradale e alla diminuzione del numero di incidenti. Saremo il primo Comune del territorio fiorentino ad avere a disposizione uno strumento che ci metterà in grado di valutare l’effettiva pericolosità della rete stradale e verificare le misure correttive da mettere in opera.

Vai alla sezione successiva: Lo sport, laboratorio di comunità

Torna alla sezione precedente: La salute diffusa

Torna all’indice del Programma